Cercando il mio assassino
Prologo

 

Cenere alla cenere, polvere alla polvere. Così recita il proverbio. Ma se vi dicessi che non finisce qui? Che non si conclude tutto con la morte e che non ci spostiamo in uno spazio vuoto lontano dalla Terra, lontano dai nostri corpi?

Il mio nome è Jack Harper e sono stato ucciso il 16 Maggio 1986. Fino all’anno successivo non ho mai saputo chi fosse il mio assassino. Sono rimasto a vagare in un stadio intermedio dove tutto era tangibile, dove io sembravo essere ancora vivo. Se non fosse che sentivo sempre freddo e dovevo nascondermi dalle persone che mi conoscevano. Solo quando Hollie Chapmen si trasferì nella vecchia casa dei miei genitori cominciai a cercarlo, cominciai a cercare il mio assassino.

 

Cercando il mio assassino © Copyright traduzione Michela D’Amico.

 

 

Lascia un commento!